A quanto pare ho dovuto cedere anch'io al fascino della progressione! Tumblr sta prendendo sempre più piede nella vita di chi ha da raccontare qualcosa. Come si puo' ben dedurre dal mio nickname,sono una a cui piace scrivere,leggere e perdersi completamente in storie senza tempo. Oltre alla lettura sono attratta da tutto ciò che è composto,seppur in minima parte,da arte e creatività. Mi piace andare al cinema,anche se ai film preferisco di gran lunga i telefilm. Essi hanno infatti,il vantaggio di avvicinarsi alla quotidianità delle persone,entrare nelle giornate di chiunque,permettendo alla gente di amare i personaggi come se fossero reali! Questo è tutto,o solo il minimo di ciò che vi occorre sapere...^_^

 

thereasonformeisyou:

" Correvo, senza notare lo sciame di lucciole che c’era intorno a me. Proprio io che desideravo tanto vederle. Avevo visto una cosa molto più rara, il sorriso di Hayama, questo mi faceva sentire felice, così continuavo ad inseguirlo."
Kodomo no Omocha, Rossana.

thereasonformeisyou:

" Correvo, senza notare lo sciame di lucciole che c’era intorno a me. Proprio io che desideravo tanto vederle. Avevo visto una cosa molto più rara, il sorriso di Hayama, questo mi faceva sentire felice, così continuavo ad inseguirlo."

Kodomo no Omocha, Rossana.

"I'm such a good girlfriend, aren't you proud of how much I know about you?" (x)
tiziana-laterradimezzo:

Non innamorarti di una donna che legge, di una donna che sente troppo, di una donna che scrive…
Non innamorarti di una donna colta, maga, delirante, pazza.
Non innamorarti di una donna che pensa, che sa di sapere e che, inoltre, è capace di volare, di una donna che ha fede in se stessa.
Non innamorarti di una donna che ride o piange mentre fa l’amore, che sa trasformare il suo spirito in carne e, ancor di più, di una donna che ama la poesia (sono loro le più pericolose), o di una donna capace di restare mezz’ora davanti a un quadro o che non sa vivere senza la musica.
Non innamorarti di una donna intensa, ludica, lucida, ribelle, irriverente.
Che non ti capiti mai di innamorarti di una donna così.
Perché quando ti innamori di una donna del genere, che rimanga con te oppure no, che ti ami o no, da una donna così, non si torna indietro.
Mai.
 

Martha Rivera Garrido

http://tiziana-laterradimezzo.blogspot.it

tiziana-laterradimezzo:

Non innamorarti di una donna che legge, di una donna che sente troppo, di una donna che scrive…
Non innamorarti di una donna colta, maga, delirante, pazza.
Non innamorarti di una donna che pensa, che sa di sapere e che, inoltre, è capace di volare, di una donna che ha fede in se stessa.
Non innamorarti di una donna che ride o piange mentre fa l’amore, che sa trasformare il suo spirito in carne e, ancor di più, di una donna che ama la poesia (sono loro le più pericolose), o di una donna capace di restare mezz’ora davanti a un quadro o che non sa vivere senza la musica.
Non innamorarti di una donna intensa, ludica, lucida, ribelle, irriverente.
Che non ti capiti mai di innamorarti di una donna così.
Perché quando ti innamori di una donna del genere, che rimanga con te oppure no, che ti ami o no, da una donna così, non si torna indietro.
Mai.
 
Martha Rivera Garrido

Quando finisci di guardare l’ennesimo capolavoro del genio Mitsuru Adachi,non puoi far altro che condividere la tua esperienza con l’intero mondo Otaku! 
Avevo già avuto modo di apprezzare questo talentuoso mangaka dai tempi di “Touch” e “Slow Step” ,crescendo con la sigla del primo e successivamente leggendo l’intero manga in età adolescenziale. Vorrei poter augurare ad ogni adolescente di poter crescere con le storie di Adachi,e di saper apprezzare il suo tocco nel trattare temi tanto delicati e al contempo così violentemente emotivi. 
"Cross Game" è stata una scoperta.Alla veneranda età di 21 anni, sono stata catturata nuovamente dal ciclone dello shojo/shonen Mitsuru Adachi,che ben si differenzia da tutti gli altri manga che approfondiscono analoghe argomentazioni. In quanto ad emozioni forti,non ha nulla da invidiare al più noto "Touch",anche se in alcuni (ed in veramente rarissimi) spazi pecca di superficialità nell’evoluzione e nella trasparenza degli eventi,le doti di questo anime ( e spero in futuro di poter acquistare anche il manga) sono l’imprevedibile flusso degli avvenimenti che un po’ ti stupiscono,e un po’ ti affascinano; il filo conduttore che lega i personaggi principali nonostante le evoluzioni inaspettate e le soundtrack davvero ben fatte,che ti aiutano ad entrare nell’atmosfera liceale. Infine, a fare da sfondo a tutto questo tumulto sentimentale,uno scenario sportivo degno di ogni nota. 
TRAMA (da Wikipedia) 
Cross Game è la storia di Kō Kitamura e delle quattro sorelle Tsukishima: Ichiyō, Wakaba, Aoba, e Momiji. La madre delle ragazze è scomparsa da qualche anno. La famiglia Tsukushima gestisce un Batting center e una caffetteria, mentre la famiglia Kitamura è proprietaria di un vicino negozio di articoli sportivi. Wakaba e Kō sono nati lo stesso giorno e nello stesso ospedale, e sono buoni amici sin dalla loro infanzia. Sembra un segno del destino, e in effetti Wakaba sogna un futuro insieme, provocando la gelosia della scontrosa Aoba, la sorella più giovane di un anno, che non sopporta Kō forse per il modo in cui le sta “portando” via l’amata sorella. Kō e Aoba hanno un grande talento per il baseball, ma, mentre il primo lo snobba e lo etichetta come noioso, la seconda lo ama alla follia.
La vita sembra scorrere tranquilla, finché la morte di Wakaba sconvolge le vite dei protagonisti.
La storia riprenderà quattro anni dopo, quando i ragazzi sono alla fine delle scuole medie, e seguirà le loro vicissitudini sportive e sentimentali.

Quando finisci di guardare l’ennesimo capolavoro del genio Mitsuru Adachi,non puoi far altro che condividere la tua esperienza con l’intero mondo Otaku! 

Avevo già avuto modo di apprezzare questo talentuoso mangaka dai tempi di “Touch” e “Slow Step” ,crescendo con la sigla del primo e successivamente leggendo l’intero manga in età adolescenziale. Vorrei poter augurare ad ogni adolescente di poter crescere con le storie di Adachi,e di saper apprezzare il suo tocco nel trattare temi tanto delicati e al contempo così violentemente emotivi. 

"Cross Game" è stata una scoperta.Alla veneranda età di 21 anni, sono stata catturata nuovamente dal ciclone dello shojo/shonen Mitsuru Adachi,che ben si differenzia da tutti gli altri manga che approfondiscono analoghe argomentazioni. In quanto ad emozioni forti,non ha nulla da invidiare al più noto "Touch",anche se in alcuni (ed in veramente rarissimi) spazi pecca di superficialità nell’evoluzione e nella trasparenza degli eventi,le doti di questo anime ( e spero in futuro di poter acquistare anche il manga) sono l’imprevedibile flusso degli avvenimenti che un po’ ti stupiscono,e un po’ ti affascinano; il filo conduttore che lega i personaggi principali nonostante le evoluzioni inaspettate e le soundtrack davvero ben fatte,che ti aiutano ad entrare nell’atmosfera liceale. Infine, a fare da sfondo a tutto questo tumulto sentimentale,uno scenario sportivo degno di ogni nota. 

TRAMA (da Wikipedia) 

Cross Game è la storia di Kō Kitamura e delle quattro sorelle Tsukishima: Ichiyō, Wakaba, Aoba, e Momiji. La madre delle ragazze è scomparsa da qualche anno. La famiglia Tsukushima gestisce un Batting center e una caffetteria, mentre la famiglia Kitamura è proprietaria di un vicino negozio di articoli sportivi. Wakaba e Kō sono nati lo stesso giorno e nello stesso ospedale, e sono buoni amici sin dalla loro infanzia. Sembra un segno del destino, e in effetti Wakaba sogna un futuro insieme, provocando la gelosia della scontrosa Aoba, la sorella più giovane di un anno, che non sopporta Kō forse per il modo in cui le sta “portando” via l’amata sorella. Kō e Aoba hanno un grande talento per il baseball, ma, mentre il primo lo snobba e lo etichetta come noioso, la seconda lo ama alla follia.

La vita sembra scorrere tranquilla, finché la morte di Wakaba sconvolge le vite dei protagonisti.

La storia riprenderà quattro anni dopo, quando i ragazzi sono alla fine delle scuole medie, e seguirà le loro vicissitudini sportive e sentimentali.